Realizzazione di un e-commerce a norma di legge

realizzazione e-commerce

Per e-commerce si intende l’attività commerciale tra un venditore e un acquirente e che permette l’acquisto di beni e/o servizi attraverso Internet. Questa attività è rivolta principalmente a venditori professionisti, come vetrina online per vendere i propri prodotti al target abituale, ma anche per i non professionisti che hanno la passione di vendere articoli in rete come forma di passatempo.

Come realizzare un sito e-commerce a norma di legge?

La creazione di un proprio sito di e-commerce è un’attività semplice e che richiede poco tempo, grazie soprattutto alle piattaforme disponibili online pratiche e intuitive. Pertanto, è possibile creare il proprio sito di e-commerce, partendo direttamente dal design e dall’organizzazione del negozio online secondo le proprie preferenze. Non sono pertanto richieste particolari skills o conoscenze tecniche di programmazione.

La vera forza di un e-commerce è la possibilità di costruire una sinergia con quelli che sono i social attualmente in voga, come per esempio TikTok, Instagram, Facebook o simili, che permettono di costruire una buona rete facilmente accessibile.
A proposito del design e dell’organizzazione del sito, un punto focale su cui porre l’attenzione è far risaltare i prodotti che si vogliono vendere: presentarli nel miglior modo possibile deve essere un mantra alla realizzazione del proprio e-commerce. Giocano un ruolo fondamentale la qualità della foto del prodotto, una descrizione accattivante e ricca di informazioni, parametri necessari per attirare l’attenzione dell’acquirente.
Prima ancora dei prodotti e del modo in cui presentarli, è importante considerare anche il dominio, che deve comunicare all’acquirente serietà, sicurezza, affidabilità, nonché essere conciso e facile da ricordare.

Agire sull’ottimizzazione per i motori di ricerca aumenta la possibilità di successo del sito, agendo sulla visibilità e la semplicità di accesso. L’ottimizzazione per i motori di ricerca richiede di avere sul tuo sito i giusti contenuti che rispondano a determinate esigenze da parte dell’utenza che naviga l’internet. Sarà fondamentale arricchire, dunque, il proprio sito con keywords di impatto e subito riconducibili ai prodotti in vendita sul sito, così che possano essere trovati attraverso i motori di ricerca (e.g., Google).

Quali sono i principali sistemi di pagamento online?

Trattandosi di un negozio a tutti gli effetti, l’e-commerce deve necessaria prevedere dei sistemi di pagamento affidabili e alla portata di tutti.
I sistemi di pagamento per gli ecommerce Woocommerce come Stripe, Paypal, Banca Sella, Nexi, PSD2, sono solo alcune delle possibili modalità per richiedere e accettare i pagamenti. Sul proprio sito sarà possibile, dunque, integrare qualsiasi modalità di pagamento, singolarmente o anche in combinazione con metodi di pagamento più tradizionali (quali carta di credito o di debito, a seconda della localizzazione dei clienti e del mercato) al fine di garantire sicurezza e flessibilità di scelta al cliente. Bisogna anche prendere in considerazione la possibilità di inserire modalità di pagamento rapidi che permettano di acquistare dal carrello senza la necessità di dover effettuare un login oppure un’iscrizione inutile e dispersiva, qualora non richiesta dal cliente occasionale.

In ogni caso, esiste la possibilità di inserire e/o arricchire il proprio sito web con i metodi di pagamento più adeguati anche in un secondo momento, così da garantire offrire ai clienti il servizio più completo possibile.

Statistiche del proprio sito web

Non bisogna pensare al sito di e-commerce come un prodotto statico e immutabile, ma come un sistema in continua evoluzione e sempre attento alle esigenze dell’utenza. Sarà quindi cruciale monitorare costantemente il sito, assicurandosi la sua efficacia attraverso appositi strumenti di analisi web. Questi strumenti possono aiutare a capire se il sito funziona bene e come le persone interagiscono con esso, in modo da poter identificare le carenze e i punti deboli su cui intervenire. Le statistiche forniscono dati relativi al numero di persone che visitano il sito, dove hanno cliccato, come hanno raggiunto il sito, quante persone hanno acquistato uno specifico prodotto, o ancora comprendere le caratteristiche dell’utente medio (età, sesso, provenienza).
Questi dati possono aiutare nella selezione dei contenuti del proprio sito di e-commerce, ma anche sulla tipologia dei prodotti offerti al pubblico.

e-commerce Previous post I vantaggi di realizzare e-commerce con Magento